ROMA EUROPA MONDO

Tags: ROMA

Cinghiate, fascisti e menzogne

Tra i professionisti delle fake news, dove un colpo di cinta tra colleghi diventa un sasso lanciato dagli avversari o quattro membri di un gruppo nazirock vengono spacciati per turisti tedeschi. Del resto, cosa aspettarsi da chi dice che i problemi di Tiburtino III dipendono da un centro di accoglienza?

Succede. Può succedere di sbagliare in un momento concitato, di tensione, “forse” di paura. Ieri, per esempio, è successo a un militante di Casa Pound a Tiburtino III che, cinta in mano, ha sferrato un colpo in testa a un altro militante fascista, pensando si trattasse di un manifestante del presidio antifascista. Gran bel colpo, tra l'altro, una cintata data con la fibbia e andata a segno alla perfezione, tanto da provocare una ferita da cui il sangue è sgorgato copioso, creando una bella pozza per terra.


Capita di sbagliare in questo caso, a maggior ragione se militi in un gruppo che da dieci anni va in giro con magliette che recitano «nel dubbio mena». Picchiarsi da soli sfasciandosi la testa è un bel problema, il fuoco amico non porta tanto “onore”, ma i fascisti del terzo millennio hanno subito pensato al coupe de théâtre.

Così, pochi minuti dopo la cinghiata, gli account di Casa Pound iniziavano a diffondere la notizia di un residente ferito da un lancio di oggetti da parte degli antagonisti”. Un fatto che già sembrava molto strano: di residenti con i fascisti se ne sono visti ben pochi e il lancio di oggetti è partito in direzione opposta, dal lato dei camerati nascosti dietro la siepe. In pratica, i dirigenti del gruppo neofascista hanno scelto di mentire consapevoli di farlo. Una fake news creata ad arte.

Esattamente come quando sostennero che quattro membri di un gruppo nazirock tedesco, intercettati a piazza Vittorio durante una manifestazione antifascista, fossero solo turisti tedeschi. Peccato che i quattro, con tanto di foto ricordo scattata davanti alla sede centrale di Casa Pound, abbiano scelto proprio l'avvocato del movimento neofascista.

Insomma, i fascisti di Casa Pound mentono con disinvoltura alla ricerca costante di un ritorno politico/mediatico. D'altronde, cosa aspettarsi da chi dice che è «tutta colpa degli immigrati»?


La sequenza completa

VIDEO

VIDEO

VIDEO

VIDEO

LIVE STREAMING

Tags: venerdì 20 ottobre 2017
Lercio. Lo sporco che fa notizia: tra bufale e post verità

Lercio. Lo sporco che fa notizia: tra bufale e pos...

@ Csa Astra
Tags: sabato 21 ottobre 2017
15 anni di Strike

15 anni di Strike

@ Strike
Tags: venerdì 27 ottobre 2017
Festival Impunita

Festival Impunita

@ Acrobax
Tags: domenica 29 ottobre 2017
Città Senza Frontiere. Mutualismo autogoverno liberazioni

Città Senza Frontiere. Mutualismo autogoverno libe...

@ Casale Garibaldi
Tags: venerdì 29 settembre 2017
Queer Infection Lab

Queer Infection Lab

@Hacker Porn Film Festival