CULT

IFEST buona la prima! Oggi si discute di abusi in divisa, poi Slam Poetry e Giorgio Canali sul palco

Un successo la prima giornata di IFEST – Independent Festival Roma. Oggi il programma inizia alle 18.00 con l’incontro “Mai più morti di Stato. Come difendersi dagli abusi in divisa”. A seguire sul main stage il contest Slam Poetry e il concerto di Giorgio Canali. After show a cura di Kento e Dj Fuzzten.

Ieri il Parco Ponte Nomentano si è riempito di musica, colori, voci, battiti. Buona la prima per la sesta edizione di IFEST – Independent Festival Roma, con il concerto di Giancane e lo spettacolo “Tutte le strade portano ar core” di Emilio Stella, Er Pinto, Ariele Vincenti e Alessandro Marinelli, a cui hanno partecipato oltre 1500 persone. La nave è salpata e il viaggio è ancora lungo fino a sabato 29 giugno.

🔥Buona la prima no?🔥Stasera rock e poesia con 👇Giorgio Canali + Slam Poetry e Kento @iFest2019

Pubblicato da IFEST – independent festival Roma su Mercoledì 26 giugno 2019

 

Oggi – mercoledì 26 giugno – si comincia con un incontro alle 18.00 dal titolo “Mai più morti di Stato. Come difendersi dagli abusi in divisa”, durante il quale sarà presentato VLAD (Vademecum Legale contro gli Abusi in Divisa), uno strumento a disposizione di tutte e tutti. Parteciperanno Alterego – Fabbrica dei diritti, Acad – Associazione contro gli abusi in divisa, Nunzio D’Erme (Osservatorio Repressione) e lo Sportello Tuteliamoci del Lab! Puzzle.

 

La serata proseguirà poi sul main stage con contest di poesia e parole Poetry Slam curato dal rapper Kento e da Valerio Piga, e con il concerto di una leggenda della musica alternativa italiana come Giorgio Canali, arrivato dai Cccp, Csi, Pgr a una lunga carriera solista il cui punto di forza è proprio l’energia dei live. Il concerto sarà aperto da Progetto Panico. L’aftershow sarà invece curato da Kento con Dj Fuzzten.

 

Domani invece l’intera giornata sarà dedicata alla lotta del popolo curdo. Alle 18.00, alla presenza del papà e dei combattenti internazionali YPJ e YPG, il parco del festival sarà dedicato al partigiano Lorenzo ‘Orso’ Orsetti caduto nella lotta contro l’Isis in Siria. Alle 19.30 un incontro con Zerocalcare, Wu Ming 1, Yilmaz Orkan (Uiki Onlus), Haskar Kirmizigul (Movimento donne del Kurdistan). Alle 21.30 il concerto del canzoniere anarchico dei Montelupo.