ROMA EUROPA MONDO

Tags: TERRITORI

Nulla è deciso

Alle ore 20.30 del 15 maggio, il Comitato No Tap ha lanciato l'allarme di un possibile blitz notturno delle FFOO che potesse consentire il trasferimento di 11 ulivi dal deposito Almaroma alla Masseria del Capitano.

Abbiamo immediatamente deciso di raggiungere il Presidio convocando un'assemblea straordinaria alle ore 22. Riunitici in assemblea, intorno alle 23, abbiamo deciso di spostarci a Melendugno: il paese, difatti, stava per essere bloccato dall'arrivo delle FFOO. Ci siamo radunati in centro e siamo stati raggiunti da cittadini e cittadine del paese e la scelta è stata unanime: raggiungiamo il Capitano!

Alle 00.00 eravamo già lì e ci saremmo rimasti per più di quattro ore. 150 persone disarmate.

Le FFOO ci hanno raggiunto nel giro di un'ora, intorno all'1 e con loro è arrivata la violenza .

Noi intonavamo canti e cori, loro ci sollevano di peso: ci hanno trascinato sui carboni ancora accesi (avevamo acceso un fuoco all'imbocco della strada per segnalare la nostra presenza agli automobilisti).

Una signora è stata strattonata con forza, così come una quarantina di noi, poi sequestrati da un cordone di poliziotti; nel frattempo, gli altri, cercavano di opporre resistenza al passaggio dei camion che trasportavano gli ulivi.

Siamo stati intimiditi, strattonati, colpiti. Raggiunto l'ingresso della Masseria, ci siamo raggruppati nuovamente (i 40 trattenuti sono riusciti a liberarsi). Lì sono sopraggiunte anche le tre camionette per fungere da scudo. Dopo essersi assicurati di aver fatto entrare tutti i camion all'interno della Masseria, gli agenti hanno formato un cordone di sicurezza all'ingresso.

La situazione a quel punto era molto tesa: una ragazza è stata colpita perché stava riprendendo e il suo telefono è stato scaraventato per terra da un agente. Alcuni agenti in particolare erano decisamente su di giri: ci urlavano contro, ci accusavano di accecarli con i flash degli smartphone, ci sollevavano per i giubbini , come animali.

Siamo diventati scudi umani di amici e compagni per evitare che fosse perpetrata ulteriore violenza nei loro confronti. Abbiamo presidiato la Masseria sino alle 4.30 del mattino. È stata un'altra lunga notte di violenza e repressione di Stato.

Ci resteranno impresse le parole di un agente: "È GIÀ TUTTO DECISO".

Noi non permetteremo a TAP di procedere! È solo l'inizio.

#organizziamoci #notap

Fonte: Movimento No Tap

VIDEO

VIDEO

VIDEO

VIDEO

VIDEO

VIDEO

VIDEO

VIDEO

LIVE STREAMING

Tags: venerdì 16 giugno 2017
La Notte Bianca

La Notte Bianca "Sui Generis"

@ La Sapienza
Tags: sabato 17 giugno 2017
Dacci oggi il nostro debito quotidiano (presentazione + cena)

Dacci oggi il nostro debito quotidiano (presentazi...

LSA 100celle
Tags: giovedì 22 giugno 2017
Il governo della povertà ai tempi della (micro)finanza

Il governo della povertà ai tempi della (micro)fin...

@ Esc Atelier
Tags: domenica 25 giugno 2017
RadioSonar for Kurdistan e Degustazione Azadi Beer Freedom

RadioSonar for Kurdistan e Degustazione Azadi Beer...

@ C.S.O.A. Sans Papiers
Tags: giovedì 06 luglio 2017
Presentazione de

Presentazione de "La Santa Crociata del Porco" con...

@ Csa La Torre

Articoli più letti

Il Portogallo brucia. Ed è colpa del capitale

Il Portogallo brucia. Ed è colpa del capitale

20 Giu 2017 - Roberto Sciarelli
Cosa c’è dietro la torre che brucia a Londra

Cosa c’è dietro la torre che brucia a Londra

16 Giu 2017 - Antonello Sotgia*
Airbnb e la città

Airbnb e la città

14 Giu 2017 - Sarah Gainsforth