ITALIA

ResQ People. Diario della missione e dei salvataggi

Il racconto, con corrispondenze audio, della prima missione di ResQ -People, che tra il 13 e il 15 agosto ha salvato 116 persone, sbarcate il 18 ad Augusta in Sicilia

Si è conclusa all’alba di Mercoledì 18 agosto la prima missione di ResQ Saving People, con lo sbarco nel porto di Augusta dei 166 migranti salvati tra la notte del 13 agosto e la giornata del 15. Partita il 7 agosto dal porto di Burriana (Valencia) ha portato nel Mediterraneo centrale un equipaggio molto composito per competenze, provenienza geografica e generazionale. A bordo, tra gli altri, c’era Cecilia Strada, che ha dato notizia della morte del padre Gino Strada in un post del 13 agosto, proprio il giorno del salvataggio del primo natante alla deriva. Fa parte dell’equipaggio anche Francesco Franz Purpura, addetto alla cucina e alla cambusa, che in questi giorni ha raccontato – con le corrispondenze audio “Il diario del Quoco” – la missione umanitaria. Pubblichiamo alcuni estratti di questo racconto a puntate, che è condiviso con Radio Onda d’Urto e con Qcode Magazine.

Diario del 9 agosto. Un eQuipaggio internazionale e intergenerazionale

Il mare, il vento, i motori che spingono la nave. Siamo in navigazione, sabato notte si è fatto un po’ di mare grosso, che ci ha messi un po’ alla prova. Oggi vi racconto l’equipaggio della ResQ, composito per età, ruoli e provenienze. Nella cabina di comando c’è un uomo tedesco di grande esperienza – il capitano – affiancato da due ufficiali, un uomo bulgaro molto silenzioso e una ragazza spagnola giovanissima. Poi ci sono i marinai, un capomissione argentino e una giovane capologista spagnola. Poi c’è lo staff medico, lo staff di salvataggio e uno staff di mediatori culturali. La cosa bella è questo equipaggio è composito per età, per provenienza nazionale, per genere e per storie di provenienza. Ho dimenticato due ruoli fondamentali: ufficiale di comunicazione, che comunica sia con la terra, sia con i media

Ascolta “Notizie dal mare: ResQ People verso le zone più ‘calde’” su Spreaker.

Diario del 13 agosto. Il salvataggio

Due giornate molto impegnative. Abbiamo effettuato il salvataggio di un’imbarcazione di circa 80 persone del Nordafrica. Nel momento in cui è arrivata la segnalazione ci siamo avvicinati al punto indicato ed è stata effettuata l’operazione di salvataggio in maniera molto rapida. I ragazzi a bordo della barca, spaventati e provati dal viaggio, sono stati molto contenti di vederci. Appena trasferite le persone a bordo, sono stati effettuati tutti i controlli, per conoscere età e provenienza e sono stati forniti dei kit di sopravvivenza (con dentifricio, sapone, asciugamano). Siamo molto felici per queste 85 persone, ma anche perché il giorno prima abbiamo avuto una segnalazione, ma la Guardia costiera libica in zona Sar maltese – fuori dalla loro competenza – ci ha impedito di effettuare il salvataggio. È importante denunciarlo, perché tutto ciò avviene grazie agli accordi e ai finanziamenti del governo italiano. Oggi comunque siamo contenti.

Il video del salvataggio

Diario del 16 agosto. Altri salvataggi verso un porto sicuro

Sabato 15 è stata una giornata molto intensa, un Ferragosto col botto, con altri tre salvataggi. Prima un’imbarcazione con alcuni uomini, due donne incinte e bambini piccoli e successivamente altre due imbarcazioni. Complessivamente, la sera del 15 agosto la ResQ Saving people aveva raggiunto a bordo il numero massimo di ospiti possibile: 166 persone. Le persone stanno bene. L’equipaggio ovviamente è molto felice, siamo partiti per fare questo e siamo felici di essere riusciti a farlo. Ovviamente aver visto l’atteggiamento della Guardia costiera libica ci ricorda quello che purtroppo avviene costantemente in questo mare. Siamo distrutti e felici! Ora siamo in navigazione verso la Sicilia, in attesa di un porto sicuro.

Ascolta “Verso un porto sicuro. Notizie da ResQ e una ricetta” su Spreaker.

18 agosto. Lo sbarco al porto di Augusta

Mercoledì 18 agosto i 166 migranti salvati dalla nave ResQ People, sono sbarcati nel porto di Augusta, nella Sicilia sud-orientale. Seguono aggiornamenti…

* Francesco Franz Purpura ha partecipato alla missione stando dietro i fornelli, grandi piastre che scatenano, a regime, un forte calore. Il “Quoco” è una figura fondamentale durante la navigazione, il detto marinaio racconta: “Se il cuoco è felice, l’equipaggio è felice”.