Bussola

martedì 4 luglio 2017, Esc Atelier

Info: martedì 4 luglio 2017 Ore: 6:53 Esc Atelier

Pigneto Città Aperta 2071

6 luglio – 8 luglio

Correva l’anno 2071. Non è un errore di battitura né una svista. Quest’anno il Trauma Studio vuole portare il suo pubblico e gli abitanti del Pigneto in un viaggio nel
tempo, alla ricerca di scorci dei possibili futuri che ci attendono. Come Orwell nel 1948 con il suo capolavoro “1984”, così da giovedì 6 a sabato 8 Luglio il nostro
2017 diventerà un 2071, con una nuova e coraggiosa edizione di PIGNETO CITTA’ APERTA.

Inutile ricordarvi che la festa di quartiere del Pigneto, attiva fin dal 2010, ha sempre avuto a cuore la salvaguardia del quartiere e la sostenibilità per i suoi
abitanti, in difesa di welfare, libertà e diritti e in aperto conflitto con gentrificazione scriteriata, speculatori senza scrupoli, cultura della violenza,
narcomafie, degrado urbano e disagio sociale.

Quest’anno daremo un’occhiata audace al nostro futuro, insieme a creativi ed intellettuali, architette e filosofi, casalinghe e fisici delle particelle. Insieme a chi
oggi è ancora studente e nel 2071 sarà pensionato e a chi ora è incinta, ma nel 2071 avrà già dei nipoti, convinti che ognuno possa immaginare il domani del nostro bel
quartiere e della nostra Città Eterna. Tristi scenari distopici o rinfrancanti visioni utopistiche?

Cosa aspettarsi da questa (anticipata) 61° edizione? Abbiamo riconfermato le location dello scorso anno, rigorosamente open-air e ad accesso libero per tutt*. E
abbiamo notevolmente arricchito il programma, grazie all’interazione con le associazioni territoriali che da tempo partecipano ai percorsi di P.C.A. ( Pigneto Social
Club, Centro donne DALIA, Cemea del Mezzogiorno – Mobilità Internazionale, Tana dei Cuccioli – L’Erbavoglio, NANAY, ecc), con coloro che hanno preso a cuore questo
progetto e ci sostengono ( SOUNDZdept., HulaHoop Club, SonoFrankie, Fanfulla 5/a – Circolo Arci, ecc) e con nuovi collaboratori più recenti e altrettanto prolifici (
DustyEye, The Science Zone – Associazione di Divulgazione Scientifica, FotografiSenzaFrontiere-onlus, ecc).

Il quartiere sarà un network sociale e la festa di quartiere un forum in cui scambiare idee, informazioni e progetti. Perché se è vero che si può realizzare ciò che si
riesce ad immaginare, è altrettanto giusto auspicarci che sia scongiurabile ciò che possiamo prevedere insieme.

Benvenuti nell’anno 2071, in cui tutto è possibile!