DINAMO SCHOOL

Dinamo school non lascia: raddoppia

La scuola di dinamopress torna con un doppio formato di corsi, per il momento in versione solo online. Si parte con: Premi Rec, laboratorio podcast e produzioni audio (posti limitati); capire il climate change; oltre l’economia del turismo. Per info e iscrizioni: corsidinamopress@gmail.com

L’arrivo della pandemia è stato un duro colpo per tutte le scuole, compresa la nostra. Abbiamo scelto di essere prudenti, ma non ci siamo fermati. In queste settimane abbiamo pensato a come trasformare e rilanciare dinamo school, che in meno di due anni ha ospitato circa 100 studenti.

Abbiamo immaginato modalità di formazione diverse e nuovi argomenti. Accanto ai corsi di giornalismo e comunicazione tenuti finora, ce ne saranno altri che approfondiscono in maniera qualificata argomenti e questioni che caratterizzano la contemporaneità. Per il momento saranno tutti online e quindi accessibili anche a chi non vive a Roma.

A differenza della maggior parte delle cose che facciamo, queste attività sono a pagamento. La scuola è lo strumento principale, insieme ai crowdfunding, per sostenere economicamente il progetto e assicurare una produzione editoriale quotidiana, gratuita e sempre migliore.

Prima dell’arrivo della pandemia dinamo organizzava anche iniziative culturali e musicali, serate e cene di autofinanziamento. Ma è tutto fermo da marzo. Per i siti di informazione indipendente non ci sono bonus o ristori. La possibilità di continuare a esistere e crescere dipende dal sostegno di chi ci legge e partecipa alle nostre attività.

I corsi più lunghi prevedono una quota di partecipazione contenuta, ma fissa. Gli altri, che inauguriamo questo autunno, avranno una durata più breve e quote diverse, da scegliere in base alle proprie possibilità e al modo in cui si vuole sostenere dinamopress. Per info, prenotazioni ed esigenze particolari: corsidinamopress@gmail.com.

Questo autunno i corsi saranno tre:

1 – Premi Rec: laboratorio podcast e produzioni audio

Il corso era stato immaginato inizialmente per svolgersi dal vivo. La prudenza ci ha spinto a rimandarlo. I prof hanno ripensato completamente il programma e le modalità di realizzare il lavoro finale. Prevede 15 ore di lezioni in una classe online e altre ore di tutoraggio.

Quota di partecipazione: 150 euro. Frequenza: giovedì dalle 18 alle 20.30. Inizio: 26 novembre. Fine: 14 gennaio. Il massimo di iscritti 12 (i posti rimasti sono pochissimi)

2 – Capire il climate change

L’obiettivo del corso è fornire conoscenze teorico/pratiche relative a cause, impatti e conseguenze dei cambiamenti climatici. Attraverso gli incontri i partecipanti comprenderanno le dinamiche connesse al fenomeno e avranno stimoli importanti per agire concretamente contro i responsabili dei cambiamenti climatici. 

Sono previsti quattro appuntamenti seminariali tra l’1 e il 21 dicembre. Quote di iscrizione: 30 euro, iscrizione precaria; 60 euro, iscrizione sostenitrice.

3 – Oltre l’economia del turismo

L’obiettivo del corso è indagare alcuni aspetti e settori dell’economia turistica. Ogni incontro, a cura di esperti, ricercatori e attivisti, affronterà questioni specifiche legate al turismo e al governo dei territori, per decostruire vecchie retoriche e rappresentazioni, per comprendere da dove partire perché tutto non torni come prima. Sono previsti cinque appuntamenti seminariali tra il 30 novembre e il 22 dicembre. Quote di iscrizione: 30 euro, iscrizione precaria; 60 euro, iscrizione sostenitrice.