ROMA EUROPA MONDO

Tags: EUROPA

La Francia torna in piazza contro la Loi Travail XXL

Oggi in Francia è sciopero generale: più di 180 le manifestazioni previste contro la nuova Loi Travail e il governo di Emmanuel Macron. In migliaia a Parigi, con il concentramento più grande appena partito da Place de la Bastille

Le ordonnances annunciate da Macron e dal governo del primo ministro Éduard Philippe sono conformi alle esigenze del patronato e della finanza: esse prefigurano la distruzione finale del diritto del lavoro francese. La riforma, presentata anche questa volta come necessaria per favorire l’occupazione, prevede: nuove deroghe ai contratti collettivi; maggiori possibilità per i padroni di assumere con contratti a tempo determinato e di promuovere referendum aziendali per sottoporre direttamente ai lavoratori (cortocircuitando i sindacati) accordi interni; la riduzione di alcune delle competenze dei tribunali del lavoro (in particolare in materia di licenziamenti illegali e abusivi le indennità, non sono più decise discrezionalmente da questi ma fissate per legge).

I primi a farne le spese sono 150mila lavoratori in contrat aidé (cioè con contratti finanziati parzialmente dalle casse dello Stato) che saranno licenziati. La riforma del lavoro extra large - o XXL come è già stata ribattezzata - si inserisce inoltre in un disegno più generale di attacco ai diritti e alla protezione sociale: Macron ha infatti in progetto di ridurre in termini significativi gli aides au logement e di promuovere la riduzione degli oneri fiscali per le imprese in termini di contributi al lavoratore. Infine, prevede di ridurre i sussidi di disoccupazione che saranno percepiti con importi più bassi e per periodi più corti.

A questi progetti di chiara matrice austeritaria si sommano in ultimo l’innalzamento delle tasse (in particolare della contribution sociale généralisée, che rischia di impattare sui più poveri) una nuova ondata di privatizzazioni e di tagli ai servizi pubblici. Per questo motivo, i movimenti francesi (studenti, disoccupati, precari e sindacati) si preparano a lanciare da oggi una vera e propria controffensiva. Macron, uscito vincente alle ultime tornata elettorale nella quale però si sono registrate percentuali enormi di astensione, dovrà far fronte a un movimento che si preannuncia forte e agguerrito contro il suo piano di "regressione sociale”.


LIVE STREAMING

Tags: sabato 11 novembre 2017
 Sabato Passeggiata transfemminista al Pigneto! Verso 25N

Sabato Passeggiata transfemminista al Pigneto! Ve...

@Pigneto
Tags: martedì 14 novembre 2017
Benzina sul fuoco. 5 anni di DINAMOpress

Benzina sul fuoco. 5 anni di DINAMOpress

Esc Atelier
Tags: giovedì 16 novembre 2017
16 Novembre Assemblea verso il corteo del 25 novembre

16 Novembre Assemblea verso il corteo del 25 novem...

@ La Sapienza
Tags: giovedì 16 novembre 2017
CALL for participation! Prendi posizione, partecipa, organizzati

CALL for participation! Prendi posizione, partecip...

@ Esc Atelier
Tags: venerdì 17 novembre 2017
Kernelpanik Presents Mutoid Waste Company

Kernelpanik Presents Mutoid Waste Company

@ Forte Prenestino

Articoli più letti

Colpi di testa

Colpi di testa

09 Nov 2017 - Ubik
Ripensando Lenin: a 100 anni dall'impresa

Ripensando Lenin: a 100 anni dall'impresa

07 Nov 2017 - Cult redazione
Virginia Raggi prepara la città dell'esclusione

Virginia Raggi prepara la città dell'esclusione

04 Nov 2017 - Rossella Marchini e Antonello Sotgia